• About Author

  • Tutta l'Informazione Ninja nella tua mail

  • Come funzionano e come utilizzare i cataloghi dei prodotti per WhatsApp Business

    Stanno arrivando anche in Italia i cataloghi di prodotto, una funzione molto interessante per le imprese presenti su WhatsApp Business. Ecco cosa c’è da sapere per farci trovare pronti

    25 Novembre 2019

    • Whatsapp Business semplifica la messaggistica con il sistema one-to-one creando risposte rapide a domande frequenti e risolvendo dubbi e problemi
    • La novità è l’introduzione della funzione catalogo che consente una ricerca di informazioni molto più efficace direttamente dall’app
    • In cinque passi, ecco come creare il tuo catalogo in WhatsApp Business
    ___ Se ne sta parlando molto nel mondo del marketing: WhatsApp ha lanciato la possibilità di creare cataloghi di prodotti direttamente dall’app.  Si tratta di una funzionalità molto utile per le aziende, soprattutto per le PMI, perché consente di mostrare agli utenti tutti i prodotti e servizi disponibili e di fornire rapidamente ulteriori informazioni. Considerando che la customer care via social è un trend in ascesa sempre più centrale, è evidente che questa implementazione nella piattaforma può rivelarsi davvero preziosa. La funzione catalogo è disponibile per le aziende che usano WhatsApp Business tramite smartphone Android e iOS, ma per adesso solo in alcuni paesi: Brasile, Germania, India, Indonesia, Messico, Regno Unito e Stati Uniti.  Udite udite: presto sarà rilasciata anche nel resto del mondo, e quindi in Italia. Non vogliamo mica farci cogliere impreparati, vero? Facciamo una panoramica sulla versione dell’app dedicata al business e vediamo nel dettaglio tutto ciò che c’è da sapere sulla nuova funzionalità. LEGGI ANCHE: 5 cose che devi sapere per usare in modo vincente WhatsApp nel tuo business

    Whatsapp Business per un rapporto più diretto tra brand e consumatore

    Le piccole medie imprese non dovrebbero lasciarsi sfuggire le possibilità che offre la versione business di WhatsApp lanciata ormai nel 2018, una soluzione che consente alle aziende di connettersi con i propri clienti in modo rapido e semplice. Come?  WhatsApp Business permette alle piccole attività di semplificarsi la vita con un sistema one-to-one in grado di risolvere dubbi e problemi in modo personalizzato ed efficace, creando risposte rapide per le domande più frequenti, organizzando i contatti mediante etichette e facendo conoscere il profilo della propria azienda. Viceversa, anche il cliente può comunicare con l’azienda direttamente dalla sua versione “normale” di WhatsApp, mentre è solo l’azienda che deve utilizzare la versione Business. Quest’ultimo punto rappresenta un vantaggio non da poco: secondo eMarketer infatti,WhatsApp è cresciuto anche nel 2019 e ora raggiunge l’85,6% degli utenti da smartphone nei Paesi Bassi, seguito dall’85,3% in Italia, dall’84,3% in Spagna, dall’83,4% in Germania e dall’82,1% in Finlandia. Non solo: è stato dimostrato che l’80% delle persone adulte invia messaggi ogni giorno e che le applicazioni di chat sono diventate una parte inevitabile della nostra vita. Questo fenomeno sta cambiando (e già in parte ha cambiato) sia il nostro modo di comunicare, sia le nostre aspettative rispetto alla comunicazione da parte dei brand.

    La nuova funzionalità dedicata ai cataloghi: sì, ma a cosa serve?

    Facciamocelo dire direttamente dal colosso dei social. Ecco cosa si legge nel comunicato ufficiale del lancio: 
    I cataloghi sono una vetrina mobile per le aziende per mostrare e condividere i loro prodotti in modo che le persone possano facilmente navigare e scoprire qualcosa che vorrebbero acquistare. In precedenza, le aziende dovevano inviare le foto dei prodotti una alla volta e fornire ripetutamente informazioni, ora i clienti possono vedere il loro catalogo completo direttamente all’interno di WhatsApp. Ciò rende gli imprenditori più professionali e mantiene i clienti coinvolti nella chat senza dover visitare un sito Web.
    L’acquisto diretto sulla piattaforma di messaggistica non è ancora possibile, ma è abbastanza evidente che il gigante di Mountain View stia continuando a evolvere la sua strategia per monetizzare i servizi (basti pensare al fatto che è stato recentemente introdotto su Instagram – piattaforma social che, ricordiamo, è sempre di sua proprietà– il tag Shopping, che consente agli utenti di acquistare direttamente alcuni specifici articoli taggati, effettuando il pagamento direttamente dall’app).  Insomma, l’introduzione della funzione catalogo consente all’utente una ricerca di informazioni molto più efficace, senza dover visitare direttamente il sito web, inviare richieste di contatto o chattare a lungo per chiedere foto e chiarimenti. Un aspetto da tenere presente anche quando andremo a monitorare – come agenzia e azienda – i risultati delle visite da mobile. LEGGI ANCHE: 6 tipologie di annunci da provare per le tue campagne di Instagram

    Come creare il proprio catalogo in WhatsApp Business

    Creare il proprio catalogo all’interno dell’app è molto semplice. Il venditore non dovrà fare altro che compiere questi passi:
    • Aprire la propria applicazione e accedere alle “Impostazioni dell’azienda”. 
    • Selezionare l’opzione “Catalogo”
    • Da qui basterà fare clic su “Aggiungi un prodotto o servizio”, poi sul simbolo (+) per aggiungere le immagini del prodotto: è possibile selezionare l’immagine dalla propria gallery di immagini del telefono oppure aprire la fotocamera per scattare una foto in quel momento.
    • Selezionata l’immagine si aggiungerà il nome, una descrizione, il prezzo e tutte le informazioni necessarie. 
    • Una volta creato, può inviarlo ai propri clienti che avranno immediatamente accesso a tutte le informazioni. L’interfaccia è quella classica di un sito di eCommerce a catalogo con lo scorrimento in verticale.
    Le foto e le informazioni dei prodotti vengono memorizzate su WhatsApp, per evitare di occupare spazio di storage sui telefoni aziendali e su quelli dei clienti.

    Regalati la tua crescita professionale.

    -30% SU TUTTO